Cultura

Seguici su:

Sovenice Ecolamp Venice Link Accessible Venice Acquista questo spazio Venice Connected

CINEMA - VideoConcorso Francesco Pasinetti

VideoConcorso
''Francesco Pasinetti''
Festival del cortometraggio e del micrometraggio a Venezia 
- nona edizione

PREMIO PER I MIGLIORI VIDEO DEL “CARNEVALE SEGRETO”
Il Liceo Artistico “Michelangelo Guggenheim” di Venezia, in collaborazione con l’Associazione “Amici del Pasinetti”, Circuito Cinema e con il patrocinio della Regione, della Provincia, del Comune e della Municipalità di Venezia, organizza la 9^ edizione del VideoConcorso “Francesco Pasinetti”.

Il concorso è aperto a tutti. Solo le sezioni “I giovani raccontano gli anziani” e “Adolescenza come sopravvivere?” sono riservate alle Scuole medie superiori, alle Accademie e alle Università. 
Possono partecipare cortometraggi di durata non superiore ai 15’.


Quest’anno viene proposto un nuovo concorso. Si tratta di filmare gli aspetti più originali e, magari, meno conosciuti del Carnevale veneziano. Premi e menzioni per i migliori video. Per il migliore in assoluto è prevista la proiezione all’interno del Venice Film Meeting in occasione della Mostra del Cinema 2012.  



Regolamento 2011-2012

VideoConcorso
''Francesco Pasinetti''
Festival del cortometraggio e del micrometraggio a Venezia
- nona edizione


Il concorso, che, per la riconosciuta valenza culturale e sociale, può fregiarsi della medaglia del Presidente della Repubblica, si articolerà nelle seguenti sezioni:

"a soggetto" o "documentario" sul tema "I giovani raccontano gli anziani";
video sul tema "Il lavoro: ieri e oggi", premio offerto dalla C.G.I.L. Veneto;
video sul tema "Adolescenza: come sopravvivere? ";
video sul “Carnevale sconosciuto” - ricerca per calli e campielli, di un carnevale nascosto e originale, fuori dalle direttrici del grande turismo - sezione a cura di Venezia Marketing & Eventi;
video sul tema "Venezia, una città", premio offerto dall'Istituzione Parco Laguna;
video musicale, premio offerto dall'Hard Rock Cafè di Venezia;
videoArte: premio Maurizio Cosua;
a tema libero
L’iscrizione al premio è gratuita. Solo per la sezione VideoArte viene richiesta una quota di partecipazione di 20 euro.

La giuria, presieduta da Carlo Montanaro, critico cinematografico, sarà composta da esperti del settore e da rappresentanti degli enti proponenti.

In occasione della premiazione le opere migliori verranno presentate al pubblico durante il “Festival Francesco Pasinetti” in vari luoghi caratteristici e rappresentativi della città. Durante la rassegna, nei “corti in corte”, una selezione di cortometraggi verrà proiettata all’aperto in alcune corti veneziane.

I premi:
al primo classificato assoluto verrà consegnato il trofeo Pasinetti, in vetro di Murano, e 500 euro.

I vincitori delle diverse sezioni riceveranno un premio di 300 euro (o di attrezzature informatiche di pari importo).

Un premio speciale per la miglior fotografia verrà assegnato dal Circolo Fotografico "La Gondola".

Un premio speciale della Regione Veneto verrà assegnato al più interessante videomaker veneto con un’opera in concorso.

Un premio speciale verrà assegnato dalla Vetrina del Volontariato ad un cortometraggio che sviluppi il tema della solidarietà e della multiculturalità.

Il Premio Maurizio Cosua di 500 euro verrà assegnato all’opera di video arte ritenuta più interessante da un’apposita giuria di esperti.

Sono previste altre menzioni di merito.

Le scadenze:
i video in formato DVD o mini DV dovranno pervenire entro e non oltre il 12 aprile 2012 all’indirizzo: VideoConcorso “Francesco Pasinetti”, Liceo Artistico “Michelangelo Guggenheim”, Dorsoduro 2613, 30123 Venezia.

I video vincitori delle varie sezioni verranno anche proposti nella rassegna Venice Film Meetingcurata da Circuito Cinema in occasione della Mostra del Cinema di Venezia.

Per scaricare la scheda di partecipazione e per qualsiasi informazione è possibile consultare il sito http://www.festivalpasinetti.it o scrivere a [email protected]

il direttore
Giovanni Andrea Martini

la presidente

Anna Ponti

il direttore di Circuito Cinema
Roberto Ellero