Cultura

Seguici su:

Sovenice Ecolamp Venice Link Accessible Venice Acquista questo spazio Venice Connected

MUSEI -Dietro le mostre, Fondazione Musei Civici Venezia

"Dietro le mostre"
L’opportunità di visitare le mostre con i loro curatori offrirà l’insolita opportunità di comprendere maggiormente non solo il filo conduttore, le novità culturali, i risultati degli studi e delle ricerche espressi nell’esposizione, ma soprattutto ciò che sta dietro la produzione di una mostra, dall’idea iniziale, all’individuazione degli spazi, alla ricerca dei materiali, ai problemi organizzativi fino alla risposta e all’accoglienza da parte del pubblico e della critica.
Lo stile di ogni incontro è informale, fondato sul dialogo, sull’interazione, sulla reciprocità.

Ca’ Pesaro. Galleria Internazionale d’Arte Moderna
Sabato 11 febbraio 2012, ore 10.00
Gennaro Favai. La riscoperta di un autore. Il paesaggio come emblema del secondo dopoguerra
Un’importante retrospettiva che si propone di riscoprire, ripercorrere e documentare, attraverso oltre duecento opere - tra dipinti, disegni, acquerelli e incisioni - l’itinerario creativo di Gennaro Favai (Venezia 1879-1958), artista complesso formatosi nell’ambiente simbolista veneziano.
Conduce: Silvio Fuso

Museo Correr
Sabato 25 febbraio 2012, ore 10.00
Armenia. Impronte di una civiltà

All’interno della mostra si potranno ammirare oltre duecento opere, provenienti da importanti raccolte europee ed armene, riunite in una mostra la cui varietà permetterà di apprezzare appieno la straordinarietà della cultura armena, capace di eccellere in molteplici campi del sapere e dell’arte.
Conduce: Vartan Karapetian


Dietro le quinte- Visita ai depositi
Si tratta di incontri condotti da responsabili di sede e curatori di collezioni che offrono esclusive e originali proposte di lettura del patrimonio storico, artistico e naturalistico dei musei, a partire dal luogo che di questo patrimonio costituisce il cuore, ossia il deposito.
Nei depositi, infatti, sono conservate numerose opere d’arte e altrettanti reperti che non hanno trovato collocazione nell’esposizione, ma che costituiscono comunque una fonte storica e artistica privilegiata. Esemplificativa è, a tal proposito, la famosa metafora nella quale l’immagine del museo è associata a quella di un iceberg di cui affiora solo la punta, mentre la parte sommersa sfugge sempre agli occhi dello spettatore.
L’esperienza proposta mira a far emergere questo immenso mondo nascosto, ma non per questo dimenticato e oscuro, anzi linfa vitale, necessaria al funzionamento di ogni museo.
I depositi del museo moderno sono spazi attrezzati in cui le opere sono catalogate, restaurate, conservate nel modo più opportuno e preparate per essere inviate presso altre istituzioni, nazionali ed internazionali, ed esposte in mostre temporanee. Visitarli consente, quindi, di portare alla luce e comprendere il lavoro che si svolge dietro le quinte, un’attività complessa e articolata che vede alternarsi diverse figure professionali specializzate e prevede l’utilizzo di strumenti, anche informatici, d’avanguardia.



BIBLIOTECA DEL MUSEO CORRER
Sabato 24 marzo 2012, ore 10.00
Venezia, città del libro

La Biblioteca del Museo Correr, attraverso la preziosità, la vastità e la varietà delle proprie raccolte, che annoverano splendidi e fragili manoscritti miniati, incunaboli, cinquecentine e libri a stampa antichi di eccezionale valore, incisioni e carte d’archivio importantissimi, diverrà luogo privilegiato per quanti vogliano rivivere la lenta e affascinante formazione di questo eccezionale complesso di libri e manoscritti, nato dal primo nucleo delle raccolte lasciate alla città di Venezia, nel 1830, dal patrizio Teodoro Correr. La visita costituirà inoltre l’occasione per ripercorrere le vicende, storiche ed erudite, che permisero a Venezia di divenire fulgido centro di cultura, nonché vera e propria “città del libro”, fondamentale nella tradizione della cultura e nella storia della stampa, giungendo ad annoverare, tra i molti altri, il genio di Aldo Manuzio.
Conducono: Monica Viero, Gabriele Paglia


COSTI:
euro 12,00 pro capite


MODALITÀ DI PRENOTAZIONE:

Dove

Servizi Educativi
Telefono: ++39 041 2700370
Fax: ++39 041 2700371 oppure ++39 041 2410100 (Fax del Museo di Ca’ Rezzonico);
E-Mail: [email protected]


Quando

dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 14.00

Come

richiedere la prenotazione per via telefonica o via mail

Pagamento

da pagare direttamente in biglietteria.

Per maggiori informazioni sulle attività della Fondazione Musei Civici di Venezia, clicca qui.